返回列表 回復 發帖

shop on line hogan 8648

MOSCA Una farsa da boicottare: così l’opposizione liberale russa, tenacemente boicottata anche ieri nonostante il monito di Amnesty International, ma sempre debole e divisa, dipinge le scontate presidenziali del 2 marzo. Elezioni che consentiranno a Vladimir Putin di mantenere un ruolo di potere nelle nuove vesti di premier lasciando il suo fidatissimo delfino Dmitri Medvedev al Cremlino. L’opposizione comunista, l’unica in parlamento, partecipa ritualmente alla corsa presidenziale, rassegnata ma attenta a non entrare in rotta di collisione reale con la leadership e accontentandosi di difendere le posizioni, come nelle ultime elezioni legislative. Obiettivo peraltro non facile contro un candidato che appare più di sinistra per il suo sbandierato impegno nel shop on line hogan welfare, ma agevolato dalla mancanza di shoes hogan concorrenti liberali. L’inossidabile comunista Ghennadi Ziuganov, 63 anni, leader del Kprf dal 1993, è stabilmente accreditato tra il 10% e il 15% in quelle che saranno le sue terze presidenziali. Una percentuale che dovrebbe garantirgli 0n1ine hogan shopping on line 19571 il secondo posto, ma non certo il ballottaggio che strappò a Boris Ieltsin nel 1996 o i consensi del 2000 (quasi 30%). E che comunque lo tiene a grande distanza da un Medvedev dato intorno al 70%. Il partito, nonostante le sue critiche alla smantellamento dello stato sociale, alle privatizzazioni e agli oligarchi, appare ancora troppo legato al passato in un Paese che cambia velocemente. La multiforme opposizione liberale, spesso ancora associata al caos degli anni 0n1ine scarpe hogan junior hogan 2012 sito ufficiale 32785 ieltsiniani, ha invece mancato l’obiettivo minimo per tentare di partecipare alla corsa per il Cremlino, ossia concordare un candidato comune dopo i fallimentari risultati delle legislative di dicembre. Boris Nemtsov, candidato dell’Unione delle forze di destra (Sps), ha annunciato il suo ritiro a fine anno invitando i colleghi dell’opposizione a fare altrettanto, per delegittimare un voto farsa che consacra solo la prassi del delfinato. Iabloko (La mela), altro partito riformatore liberale, ha rinunciato a presentare un proprio esponente, mentre l’ex campione mondiale di scacchi Garry Gasparov, l’oppositore numero uno di Putin, non ha neppure potuto tenere il congresso per essere scarpe hogan sneakers candidato, denunciando un boicottaggio nella ricerca della sede 0n1ine hogan boot 732 a Mosca. Ieri, inoltre, si è visto negare dalle autorità di Mosca il permesso per una marcia del dissenso il 3 marzo, all’indomani dell’annunciato trionfo presidenziale di Medvedev. Rifiuti che sembrano dar ragione al rapporto con cui ieri Amnesty international denuncia il giro di vite sui diritti civili nella Russia putiniana, con una «offensiva sulle libertà di riunione e di espressione particolarmente visibile».
返回列表